Virtual Box: Software di virtualizzazione open source multipiattaforma




Per macchine virtuali si intende delle emulazioni di computer su cui poter installere i sistemi operativi come si trattasse di normali PC.
Uno dei più famosi software che ci permettono di fare ciò è Virtual Box di Oracle, il quale è distribuito gratuitamente per uso personale.


Questo applicativo ci permette di creare delle macchine virtuali dei più famosi sistemi operativi, Windows, Linux, Mac OS X e Solaris.
Per scaricare l'ultima versione basta collegarsi al sito web Vitualbox.org ed entrare nella sezione Downloads dove troveremo l'elenco delle varie versioni compatibili con il SO del pc ospite su cui desideriamo installarla.
Una volta installato il software, potremmo procedere a creare la nostra prima macchina virtuale, cosa che risulta piuttosto semplice in quanto cliccando sul pulsante Nuova, si avvia una procedura guidata, che passo per passo vi dirà cosa fare.
Vi consiglio però prima di tutto di prepararvi a portata di mano il CD/DVD o l'immagine ISO del sistema operativo che desiderate installare sulla macchina virtuale, così da averlo pronto quando la procedura guidata ve lo chiederà.
Non sto comunque a spiegarvi come si installa o si usa questo software in quanto sulla rete esistono molte guide e quella di Aiutamici è pure illustrata.
Una cosa che ritengo comunque indispensabile, è l'installazione delle Guest Additions, ovvero quel modulo incluso nel programma che va installato su ogni macchina virtuale per permetterci di regolare la risoluzione della stessa e di passare con il mouse dal sistema reale a quello virtuale.
Ogni macchina virtuale creata possiede un file o immagine .vdi, che può essere salvato ed in seguito utilizzato in altri pc su cui è installato Virtual Box.
Ciò ci risparmierà di dover reinstallare e riconfigurare il sistema operativo ed i vari applicativi su esso installati.
Esiste un sito web che fornisce già queste immagini .vdi dei più famosi sistemi operativi freeware, evitandoci persino di dover installarli da se, e si chiama 
VirtualBoxes – Free VirtualBox® Images

Condividi su: